Caprese limone e cioccolato bianco: ricetta originale

Mi siedo comoda alla mia scrivania, una tazza di tè fumante e un mare di pensieri da voler trascrivere nero su bianco. Ma non ci riesco. C’è troppa confusione e conosco il perche’. E’ tempo di bilanci e a me, tirare le somme, non è mai piaciuto. Mi mette tristezza, mi fa tornare alla mente le tante cose difficili e dolorose che lasciano un segno purtroppo indelebile. E se penso che da domani inizierà un nuovo anno, caspita se ho l’ansia! Succede sempre tutto così velocemente, incombendo così, il rischio di perdere il gusto di tante cose. Se guardo indietro nel mio 2014 vedo visi che non ci sono più e che man mano vanno svanendo anche dalla mia memoria, vedo dolori incolmabili che chissà quanto tempo ancora ci vorrà che tutto possa tornare come prima. Vedo una me impaurita, insicura, intimorita a volte dalla vita stessa. Ed è per questo che non ho mai amato tirare le somme. Ma se c’è una cosa che voglio ottenere a partire dal nuovo anno, è il coraggio. E allora , con coraggio, guardo il mio anno appena passato e, tra delusioni e una velata tristezza, vedo l’amore e l’amicizia. Non quella di sempre, ma amicizia nuova e sana. Vedo l’amore puro per la mia famiglia che ci sarà sempre, per il mio compagno, per tutte quelle persone che incontro ogni giorno e ,senza timore, donano un sorriso e un supporto. Vedo il bello di fare conoscenze nuove, scambiarsi idee, progetti, sogni e segreti; vedo il bello di fare dell’ordinario qualcosa di straordinario. E per questo, ci sono riuscita anche grazie al blog. Chi l’avrebbe mai detto! Si…tutto sommato, è stato un anno ricco di tutto e ne sono grata. Perche’ sarà grazie a tutto ciò che è finito, che avrà inizio altra vita.

Per festeggiare la fine dell’ anno e dare il benvenuto al prossimo, è giusto che si festeggi dando onore a ciò che più amiamo. E io, non potevo non dare omaggio ad un dolce che rappresenta la mia terra e dona felicità e dolcezza, in sol boccone!
Sto parlando della caprese al limone e cioccolato bianco. 

 

 

La ricetta è quella testata e perfetta del noto pasticciere amalfitano Salvatore De Riso, garanzia in fatto di dolci. Ho voluto soltanto sostituire le scorzette candite con scorza fresca di limone e limoncello. Il gusto non cambia e il risultato è comunque perfetto,
proprio come l’originale.

Ingredienti 
caprese limone e cioccolato bianco
tortiera da 24cm
fonte tavolartegusto
200 gr di mandorle pelate (o farina di mandorle)
120 gr di zucchero a velo
100 gr di olio extravergine di oliva
180 gr di cioccolato bianco
5 uova
50 gr di fecola di patate
60 gr di zucchero semolato
buccia di 2 limoni non trattati
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o bustina di vanillina)
1 tazzina di limoncello
1 pizzico di sale
5 gr di lievito pane angeli

Procedimento

Preriscaldate il forno a 200°.
Ponete le mandorle e lo zucchero a velo in un mixer e tritate finemente, fino ad ottenere una farina finissima. Se avete la farina di mandorle, omettete questo passaggio ed unite la farina con lo zucchero a velo.
Da parte, tritate con un coltello il cioccolato bianco, molto grossolanamente.
Unite in una ciotola la farina, il cioccolato, il pizzico di sale, la fecola, il lievito e la buccia dei limoni. Aggiungete l’olio a filo ed iniziate a mescolare amalgamando il composto.
Da parte, montate con una frusta elettrica, le uova assieme allo zucchero, l’estratto di vaniglia e il limoncello per almeno 6 minuti. Il composto dovrà essere spumoso e triplicato di volume.
Aggiungete il composto di uova al composto di farina ed unite mescolando dal basso verso l’alto per non smontare le uova.
Se notate che il composto risulta a pezzetti e liquido, non abbiate paura poiche’ in cottura il cioccolato si fonderà.
Imburrate ed infarinate una teglia e versate il composto.
Cuocete a 200° per 5 minuti. Poi abbassate la temperatura a 160° e lasciate cuocere per altri 45 minuti, senza aprire mai lo sportello.
Sfornate e lasciate raffreddare per una decina di minuti, poi capovolgetela su un piatto da portata.
Lasciate raffreddare completamente e poi spolverizzate di zucchero a velo.

Ho voluto decorare la superficie della caprese, per donarle un’aria da festa, con uno strato di meringa a forma di ramoscello di vischio. Ho disegnato su un foglio di carta forno, un ramo di vischio. Ho preparato una ghiaccia reale montando, con frusta elettrica per 5 minuti, un albume con 300 gr di zucchero a velo e il succo di mezzo limone. Ho steso la ghiaccia sul disegno con l’aiuto di un conetto di carta forno e ho lasciato asciugare per una notte. Poi ho staccato delicatamente il ramo dal foglio e l’ho trasferito sulla caprese ormai fredda.
L’idea l’ho tratta dal numero di Dicembre di Sale&Pepe.
A me, che io possa imparare sempre dai miei errori,
a me, che io possa iniziare ad amare i miei difetti più grandi,
a me, che io possa rialzarmi sempre, dopo le batoste che la vita imporrà;
a me, che io possa sognare sempre perche’ per ogni sogno muore,
c’è sempre un sogno che resta.
E a chi mi è vicino ogni giorno,
a chi lo è da poco e a chi è ormai lontano.
A chi mi incoraggia, mi supporta e mi sopporta,
a chi non se ne andrà e a chi, ha creduto bene di farlo.
Alla mia Famiglia, all’amore, ai miei amici e a tutti voi:
che possa essere un anno ricco e fertile.
Ma sopratutto, che possa essere un anno ricco
di #solocosebelle <3
Buon 2015!
Al prossimo post
Anna
Facebook Comments
More from anna on the clouds

Tronchetto di natale salato (salmone e formaggio)

Il tronchetto di natale salato è un’idea sfiziosa e gustosa per un...
Read More

4 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.