Soggiorno open space: come arredarlo al meglio

Il soggiorno open space è una soluzione architettonica sempre più diffusa che unisce la zona living, la sala da pranzo e la cucina in un unico ambiente senza pareti divisorie. Questo tipo di spazio offre numerosi vantaggi, come una maggiore luminosità e un senso di ampiezza. Inoltre, l’assenza di grandi muri permette una migliore circolazione dell’aria, garantendo un ambiente più salubre e fresco. Un altro aspetto caratteristico di un soggiorno open space è la possibilità di avere una vista panoramica sull’intero ambiente, che permette di godere di un senso di ampiezza e di un’atmosfera conviviale.

come arredare un soggiorno openspace

Arredare un soggiorno di questo calibro può diventare una sfida poiché è necessario trovare il giusto equilibrio tra funzionalità ed estetica. La scelta dei colori e dello stile, la suddivisione dell’ambiente, l’ottimizzazione dello spazio e la creazione di zone funzionali sono tutti elementi fondamentali da considerare. Seguendo alcuni consigli e utilizzando gli elementi chiave giusti, è possibile creare un soggiorno accogliente e funzionale.

La scelta dei colori 

La scelta dei colori e dello stile per un soggiorno open space è fondamentale per creare un ambiente armonioso e coerente. È quindi importante considerare l’effetto visivo complessivo che si desidera ottenere, tenendo conto anche delle dimensioni e della disposizione degli spazi. 

Una delle strategie più comuni è quella di utilizzare colori come bianco, beige o grigio per le pareti, creando una base neutra su cui poter inserire gli elementi di arredo e gli accessori dei colori preferiti. Questo permette di dare una sensazione di luminosità e spaziosità a chi si immerge nell’ambiente. Se si desidera dare un tocco di personalità e vivacità al soggiorno, è possibile utilizzare colori accesi e vivaci magari su una parete sola o su alcuni elementi di arredo. 

Lo stile del soggiorno open space

Anche la scelta dello stile dipende dal gusto personale e dall’atmosfera che si desidera creare. Si può optare per uno stile moderno e minimalista, con linee pulite e materiali contemporanei, oppure per uno stile più classico e tradizionale, con mobili in legno e dettagli decorativi. È anche possibile combinare diversi stili, creando un mix eclettico e originale. In ogni caso, l’importante è mantenere una coerenza estetica tra gli elementi presenti nell’open space. Inoltre, è fondamentale considerare l’armonia tra il soggiorno open space e gli altri ambienti della casa, creando un continuum visivo che permetta una transizione fluida tra gli spazi. 

È opportuno considerare che l’illuminazione gioca un ruolo chiave nella definizione dello stile e dell’atmosfera del soggiorno open space. È possibile utilizzare diversi tipi di illuminazione, come luci a soffitto, faretti a incasso, lampade da tavolo o lampade a sospensione per creare punti luce focali e dare profondità all’ambiente. Lo stile dei corpi illuminanti dev’essere in linea con quello degli arredi selezionati.

I suggerimenti per suddividere gli spazi 

Il soggiorno di tipo open space si presta bene ad essere personalizzato e arredato in base alle esigenze e ai gusti personali, offrendo numerose possibilità di design e stile. L’assenza di pareti divisorie consente inoltre di sfruttare al massimo lo spazio disponibile, permettendo di organizzare in modo funzionale le diverse aree. La suddivisione degli spaziè un aspetto cruciale per organizzare al meglio l’ambiente e creare zone funzionali all’interno del soggiorno open space. 

I mobili

Una delle strategie più comuni è quella di utilizzare i mobili come separatori visivi, delineando in modo sottile le diverse aree. Ad esempio, un divano abbinato ad un bel tavolino salotto può essere posizionato strategicamente per separare la zona living dalla sala da pranzo, mentre una credenza o un mobile a giorno può fungere da divisorio tra la cucina e il resto del soggiorno. È importante considerare attentamente la dimensione e la disposizione degli spazi, in maniera da ottimizzare l’utilizzo degli elementi di arredo. 

I tappeti

I designer consigliano altresì di utilizzare tappeti per definire visivamente le diverse zone. Ad esempio, un tappeto colorato o con un motivo particolare può delimitare la zona pranzo, mentre un pavimento in legno può essere riservato alla zona living presente nel soggiorno open space. 

Le librerie e i pannelli scorrevoli

Un altro approccio consiste nell’utilizzare pareti divisorie non strutturali, come librerie o pannelli scorrevoli, che consentono di separare gli spazi senza compromettere la luminosità e la sensazione di ampiezza dell’open space. Queste pareti possono essere utilizzate anche per creare zone di privacy o per nascondere alcune parti dell’ambiente, come ad esempio la cucina o la zona lavanderia. 

La funzionalità di alcuni elementi decorativi

Infine, è possibile utilizzare elementi decorativi, come piante, schermi o tende, per creare una divisione visiva tra le diverse aree, senza dover necessariamente ricorrere a pareti o mobili. Anche in questo caso, la chiave per una corretta suddivisione degli spazi in un soggiorno open space è trovare il giusto equilibrio tra funzionalità e armonia estetica.

L’importanza di un buon layout e della disposizione dei mobili

Un buon layout e una corretta disposizione dei mobili sono fondamentali per ottimizzare lo spazio e rendere funzionale un soggiorno open space. Proprio per questo, prima di tutto, è importante valutare le dimensioni e la forma dell’ambiente per determinare quale disposizione sia più adatta. 

Inoltre, è importante prestare attenzione alla proporzione dei mobili rispetto alle dimensioni della stanza. Mobili troppo grandi possono appesantire visivamente lo spazio, mentre mobili troppo piccoli possono sembrare dispersi e poco funzionali. È sempre fondamentale lasciare lo spazio sufficiente per la circolazione, evitando di sovraccaricare l’ambiente con troppi mobili o accessori. 

La disposizione dei mobili dovrebbe anche favorire la socializzazione e la convivialità, creando un’atmosfera accogliente e invitante. Ad esempio, si possono posizionare poltrone o sedute aggiuntive intorno al camino o alla zona TV per creare un’area di relax e intrattenimento. Infine, non bisogna dimenticare che è possibile sfruttare gli angoli dell’ambiente utilizzando mobili modulari o scaffalature a parete. Questi arredi possono creare spazi per la conservazione di libri e altri beni o per l’esposizione di oggetti decorativi. Un buon layout e una disposizione strategica dei mobili possono trasformare un soggiorno open space in uno spazio funzionale, armonioso e accogliente.

Arredare un soggiorno open space: alcuni consigli finali 

È utile considerare che la scelta dei mobili è cruciale quando si tratta di creare un ambiente comodo, pratico ed esteticamente accattivante. Pertanto, è sempre fondamentale selezionare pezzi di arredo che siano qualitativi, durevoli e ben fatti. Un altro fattore da considerare è la luce naturale: è importante sfruttarla al massimo, evitando quindi di coprire le finestre con tende pesanti o mobili posizionati in modo sbagliato. Infine, non bisogna dimenticare l’utilizzo di piante e fiori che possono apportare freschezza e vitalità al soggiorno open space. Scegliere piante adatte all’ambiente interno e posizionarle strategicamente può contribuire a creare una connessione con la natura e a migliorare la qualità dell’aria

Facebook Comments Box
Tags from the story
,
More from anna on the clouds

Gnocchi di broccoli: ricetta senza patate

Facebook Twitter Pinterest Gli gnocchi di broccoli sono una preparazione semplice e...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.