Scopri i benefici della skincare coreana

Direttamente dall’Asia, fino in Europa e America, si va diffondendo con decisione crescente una nuova tendenza nella skincare routine. Il metodo coreano infatti si sta rivelando ideale per ottenere una pelle perfetta e lucente, come porcellana, e grazie ad azioni preventive e protettive basate sull’uso di prodotti naturali. 

benefici della skincare coreana

Che cosa è la k-beauty?

Il cuore della k-beauty, ossia di quei passaggi della routine di bellezza coreana che stanno ormai spopolando anche in Occidente, è molto semplice ed essenziale. Tutti i passaggi di una corretta skincare coreana possono essere sintetizzati in pochi punti, che possono regalare numerosi benefici alla pelle. Il tutto richiede semplicemente un po’ di costanza e l’accortezza di seguire degli step ben precisi.

La prima azione resta sempre la doppia pulizia del viso, da condurre con detergente oleoso e con uno acquoso, per poi passare, una o due volte a settimana, allo scrub. Infine, la detersione si chiude con un tonico, necessario a passare alla fase dell’idratazione, fondamentale tanto per il collo quanto per il viso. Qui si rivelano utili essenze, centrali per la routine coreana, e sieri specifici, da accompagnare, una o due volte a settimana, a maschere viso in tessuto, e a creme per il contorno occhi. Queste vanno applicate prima delle creme idratanti, per poi passare alla protezione solare, necessaria a tutelare la pelle dai dannosi raggi UV. 

I benefici della skin care coreana

Il vero cuore della skincare coreana non è costituito esclusivamente dai prodotti tipici, come essenze, più leggere dei sieri, e maschere di tessuto. Al contrario, cambia l’approccio nei confronti della beauty routine, che si basa su una particolare dedizione e una precisa costanza nell’applicazione dei prodotti di cui si è detto. La possibilità di personalizzare i diversi step, pur mantenendone invariato l’ordine, si rivela preziosa per venire incontro alle esigenze di qualsiasi tipo di pelle. 

L’idea di fondo è quella di partire da prodotti più leggeri, per poi passare a creme e cosmetici più corposi, così da favorirne l’assorbimento e limitare possibili schermi e contrasti. In questo modo, la pelle assumerà nel corso del tempo un aspetto più sano e luminoso. Risulterà dunque più facile idratare la cute e contrastare i segni del tempo, come macchie e imperfezioni di varia natura. La skincare coreana ha tanto successo proprio per la sua azione preventiva, che vuole arginare gli inestetismi del tempo prima che si manifestino. L’approccio è dunque diverso da alcune routine occidentali, che spesso prevedono di usare cosmetici aggressivi per nascondere i segni già manifestatisi sulla pelle.

Il layering, ossia la serie di step che costituiscono la skincare coreana, non è affatto aggressivo e richiede inoltre poco tempo per essere seguito in ogni passaggio: appena 15 minuti al mattino e alla sera, che possono però fare la differenza per qualsiasi donna. Infine, ciò che più conta è non usare dischetti di cotone o pennelli, ma applicare olii e sieri con le mani. 

Ecco dunque che dall’Oriente si fa strada con decisione crescente questa nuova formula per la beauty routine. L’ordine di applicazione dei prodotti si rivela essenziale, tanto quanto l’origine perfettamente naturale dei diversi cosmetici. Prendersi cura della propria pelle può fare la differenza, anche impiegando appena 15 minuti del proprio tempo.

Facebook Comments Box
Tags from the story
More from anna on the clouds

Ciambella alla cannella, mele e banane e topping al caramello vanigliato

Facebook Twitter Pinterest Mancano circa 10 giorni a Natale. Nell’aria si palpita...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.