Barcellona: 14 posti da vedere assolutamente

“Barcellona ti entra nel sangue e ti ruba l’anima”

E a me, non resta che concordare con le parole di uno dei miei scrittori preferiti, Carlos Ruiz Zafón.

Sognavo di visitare Barcellona da quando una volta, insieme a una delle mie più care amiche, ho guardato “Vicky Cristina Barcelona” alla televisione. Insieme, ci siamo divertite ad immaginare di passeggiare per le strade di questa meravigliosa città e complici, abbiamo perfino fantasticato sulla possibilità di poter davvero incontrare Javier Bardem in uno dei ristoranti situati nel cuore di Barcellona.

Quest’estate sono finalmente riuscita a coronare il mio sogno di visitare questo “piccolo” gioiello di città, anche se ahimè, a farmi compagnia è stato il mio compagno e non Javier… ma come si dice: “chi troppo vuole nulla stringe”. 😀

Tornando seri, per chi mi conosce, sa che al ritorno da un viaggio amo scrivere delle mie esperienze e, se posso, darvi dei suggerimenti e qualche piccolo consiglio nella speranza che vi possa sempre tornare utile. Questa volta, ho deciso di raccontare questa città in maniera del tutto diversa: spesso mi chiedete come faccio a scegliere dove scattare le mie fotografie che poi posto su Instagram, e ho per questo deciso di elencarvi quelli che secondo me sono i suoi 14 spots di Barcellona imperdibili, ma soprattutto instagrammabili. Prendete carta e penna, o ancora meglio, screenshottate che, come si dice in spagnolo… “se plana a Barcelona“.

1) Sagrada Familia – Carrer de Mallorca, 401

La Sagrada Familia è il monumento più visitato in Spagna, un sito patrimonio dell’UNESCO e un gioiello architettonico eccezionale. È un’opera d’arte ispirata dalla natura e la sua unica imperfezione è che non è ancora finita: il suo completamento infatti, è previsto tra circa 10 anni, quando le gru non saranno più in circolazione. Il mio consiglio è quello di scattare le vostre foto della Sagrada Familia da Plaça de Gaudí, un piccolo giardino con tanto di laghetto che si trova proprio di fronte la basilica e da cui avrete una visuale perfetta.

2) Palau de la Musica Catalana – Carrer del Palau de la Música, 4-6

Il Palau de la Música Catalana è l’unica sala da concerto che sia mai stata dichiarata patrimonio dell’UNESCO ed è un altro gioiello architettonico modernista a Barcellona. I suoi colori e motivi della natura possono ricordare le opere di Gaudì, ma è stato progettato da Domenech i Muntaner per conto del catalano Orfeo. La sala è bellissima ad ogni livello con i suoi suoni, colori e luci, ma il punto più instagrammabile è senz’altro il suo balcone colorato: esso è però di solito chiuso per concerti, quindi per visitarlo (e fotografarlo) bisogna prenotare in anticipo un tour organizzato. Io ho acquistato il mio ticket per il Palau sull’ app di Get your guide: il sito offre un servizio clienti impeccabile e lo consiglio veramente a tutti!

3) Casa Batlló – Paseo de Gracia, 43

Casa Batlló è il capolavoro di Gaudì e i posti migliori per scattare foto da postare su Instagram in Casa Batlló sono le ampie finestre nel soggiorno principale, il corridoio bianco che conduce ai magazzini e il suo tetto super colorato. Inoltre, la sua bellissima facciata, è una delle immagini più iconiche di Barcellona. Inoltre, la visita è un’esperienza bellissima poiché vi forniranno di un piccolo monitor personale, dove poter visualizzare com’era Casa Batlò, e audioguida che vi svelerà utili nozioni e scoperte!

4) La Pedrera o Casa Mila – Provença, 261-265

La Pedrera è un’altra creazione epica di Gaudí. Un enorme edificio con un tetto surreale che secondo me vale assolutamente la pena visitare. Essa si trova nel Passeig de Gràcia e consiglio di visitarla di sera per scattare delle foto davvero suggestive, grazie alle luci che illuminano l’edificio.


5) Barcelona Cathedral – Pla de la Seu s/n

La Cattedrale di Barcellona, conosciuta anche come La Seu, si trova nel quartiere gotico (o Barrio gotico), che secondo me è uno dei quartieri più magici e suggestivi della città; io me ne sono follemente innamorata camminando tra le sue vie super caratteristiche, piene di negozietti di souvenir, e cantanti di strada. Qui credo di aver scattato il più alto numero di foto possibili. Pont del Bisbe a Carrer del Bisbe , è la strada più fotografata nel quartiere gotico, con il suo adorabile ponte.

6) Recinto modernista di Sant Pau – Carrer de Sant Antoni Maria Claret, 167

Questo complesso in stile Liberty è un ex ospedale progettato da Domenech i Muntaner. Si tratta di una serie di edifici colorati ispirati alla natura costruiti intorno a un giardino. Lo consiglio al 100% se volete fare delle foto definibili non solo instagrammabili, ma magiche.

7) Parc de la Ciutadella – Passeig de Picasso, 21

 Il Parco della Ciutadella è situato al centro di Barcellona, ed è perfetto per passeggiate tranquille, attività sportive e, naturalmente, fotografie!

8) Arc de Triomf – Passeig de Lluís Companys

L’Arco di Trionfo, un monumento in mattoni rossi che si erge maestoso proprio nei pressi del parco della Ciutadella, perciò occhio a non farvelo scappare!

9) Casa Vicens – Carrer de les Carolines, 20

 Casa Vicens è un’altra casa technicolor progettata da Gaudí.  Situata nel quartiere di Gràcia, ha molte storie da raccontare e molti dettagli sorprendenti.  È patrimonio dell’UNESCO ed è stata recentemente aperta al pubblico. L’ho amata!

10) Mercato Boqueria – La Rambla, 91

 Situato nella via più frequentata di Barcellona, ​​La Rambla, il Mercato della Boqueria è il mercato più famoso di Barcellona e il primo mercato locale della città.  È affascinante e delizioso, e anche molto fotogenico! Qui consiglio assolutamente di provare il famoso Jamon Catalano .

11) Parc Güell

Parc Güell è una delle opere più importanti tra le eredità di Gaudí a Barcellona. La foto più popolare che circola sui social network?  È sicuramente quella scattata in Piazza della Natura, seduti su una delle panchine colorate o affacciati al balcone che mostra una vista mozzafiato di Barcellona dall’alto.

12) Red House –  Carrer Padova, 75

È una tra le case più instagrammabili di Barcellona, con le sue porte porte e finestre in rosso. Non molte persone conoscono questo posto, spesso gli stessi barceloniani non ne conoscono la posizione, perciò segnatevi l’indirizzo e non fatevela sfuggire!

13) Barceloneta Beach – Passeig de la Barceloneta

La spiaggia di Barceloneta è un must in ogni viaggio a Barcellona, ​​non importa se è estate o inverno: questa spiaggia e lo skyline del W Hotel sono una delle immagini più emblematiche della città. Nei pressi di playa de la Barceloneta, vi è Port Olimpic; qui io e il mio compagno ci siamo venuti ben due giorni su tre per cenare da La Fonda del Port Olimpic, poichè abbiamo trovato un ristorantino che proponeva dei piatti tipici, tra cui la famosa Paella, cucinati in maniera squisita e soprattutto con prezzi non troppo alti, che a parere mio non guasta mai.

14) Font màgica de Montjuïc- Plaça d’Espanya

La fontana è di forma ellittica e presenta circa trenta giochi di acqua, ognuno dei quali con una sua particolare colorazione basata su una combinazione dei cinque colori utilizzati: giallo, azzurro, verde, rosso e bianco. Abbandonatevi alla magia di questa Fontana e alla sua musica soave, ma soprattutto, non dimenticate di scattare tante foto!

Dove alloggiare a Barcellona?

Io e il mio compagno abbiamo deciso di prenotare un hotel su Booking nei pressi di Plaça d’Espanya. Avendo pochi giorni a disposizione, ci è sembrato molto più comodo e pratico soggiornare in una posizione quanto più centrale possibile, in modo da poter girare in maniera più semplice e, soprattutto, veloce la città.

Spero che questo nuovo tipo di post vi sia piaciuto e che vi abbia tenuto un po’ di compagnia, che vi abbia fatto venire voglia di visitare Barcellona, o per chi c’è già stata, di ritornarci. 

Sul mio profilo Instagram troverete inoltre “Barcellona” tra le storie in evidenza, e ricordate che per qualsiasi domanda o dubbio potete scrivermi via e-mail a: anna_indreamland@virgilio.it

Al prossimo viaggio,

Anna




Facebook Comments
Tags from the story
,
More from anna on the clouds

La mia Africa: come organizzare il viaggio “fai da te” in Kenya! PART 1

L’Africa mi toccò l’animo già durante il volo: di lassù pareva un...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.