Cosa fare e vedere ad Amsterdam (compresi i tulipani)

Ciò che mi ha colpito di più di Amsterdam è la sua pacata tranquillità. L’atmosfera quasi incantata dei suoi canali è inaspettatamente influenzabile. Prima di arrivare mi chiedevo come mi sarebbe sembrata, essendo “abituata” al cuore pulsante di Londra e temevo di avere aspettative troppe alte. Eppure, mi è bastato pochissimo per prendere confidenza con la sua palpabile tranquillità.

Amsterdam va vissuta come fanno gli olandesi, ovvero in bici. Girare per le strade lasciandosi trasportare dal traffico dei ciclisti ( ci sono più bici che auto) è assolutamente un’esperienza da non perdere. Ma cosa non bisogna realmente perdere di Amsterdam? Qual è l’altro lato della medaglia?  Scopritelo insieme a me grazie a queste righe e allacciate le cintura, seppur quelle della fantasia. Si vola in Olanda! 🙂

TRE CONSIGLI UTILI DA NON SOTTOVALUTARE AD AMSTERDAM:

Ciò che mi preme maggiormente dopo un’esperienza è annotare tutti i pro e i contro che ho vissuto, soprattutto quando si tratta di un viaggio. Ecco quattro consigli utili da non perdere di vista se volete andare ad Amsterdam:

  1. Procuratevi una carta di credito o una carta prepagata perché tutto, o quasi, si paga con carta. Se nei ristoranti c’è la facoltà di scegliere se pagare o meno con carta – ve lo chiederanno SEMPRE! – sul bus o in tram è OBBLIGATORIO pagare il ticket con carta di credito. Il costo non è expensive (come direbbero gli inglesi) e costa 3€ per una sola tratta, come ad esempio aeroporto-hotel oppure 6€ per la tariffa “all day”, tutto il giorno. Non vi consiglio di fare la car dei trasporti di 3 giorni poiché Amsterdam è facilmente girabile a piedi e il bello di una città contenuta è poterla scoprire angolo per angolo, senza utilizzare i trasporti. Quindi, mi raccomando: dopo il passaporto, o la carta d’identità, non dimenticate la carta di credito 🙂
  2. Mi credereste se vi dicessi che non ho visitato ne il museo di Van Gogh e ne la casa di Anna Frank? Bene, credetemi! E’ stato praticamente impossibile! Siccome non riesco mai a prenotare i miei viaggi con largo anticipo ma soltanto qualche giorno prima ( a meno che non siano le amate ferie estive ), mi sono ritrovata tagliata fuori. I biglietti di queste attrazioni si possono acquistare ESCLUSIVAMENTE ONLINE. Dimenticate le ore di fila fuori alla biglietteria perché dovrete arrivare sul posto già con il biglietto in tasca…o sull’iphone! Ci è stato spiegato sul posto che ogni mattina, intorno alle 9 circa, mettono a disposizione online quasi 1000 biglietti sia per Anna Frank che per Van Gogh ma non è affatto semplice accaparrasene qualcuno. Dopo 45 minuti di coda online sul sito ufficiale annafrank.org i biglietti erano tutti esauriti e nonostante abbiamo provato a rimetterci in coda durante la giornata, è stato comunque impossibile. Stessa cosa per il museo di Van Gogh che, addirittura, dava la non disponibilità certa almeno fino alla Domenica successiva. Morale della favola? Sono ritornata a casa senza aver avuto la possibilità di poter fare visita a due delle attrazioni più ambite di Amsterdam. Credo che non sia organizzata alla perfezione perché non si può negare la possibilità ad un turista che organizza un viaggio last minute di poter visitare le attrazioni principali della città. Come la mettereste se andaste a New York e vi dicessero: “Sorry, i biglietti per la statua della Libertà non saranno disponibili prima dei prossimi 15 giorni!” 🙂 Il mio consiglio è: se avete la possibilità acquistate i biglietti online con largo anticipo, fatelo! Scaricate l’app “Get you guide” per i musei principali e acquistate i ticket per la casa di Anna Frank sul sito ufficiale. 
  3. Cercate di girare la città a piedi più che con i mezzi. In questo modo risparmierete sul costo dei biglietti del tram o bus. Approfittate del fatto che Amsterdam sia piccola e facilmente girabile anche in bici. Godrete della bellezza di ogni angolo!

DOVE ALLOGGIARE AD AMSTERDAM?

Se mi seguite da molto conoscerete la mia passione per Airbnb.it, l’unico sito dove prenoto le case in giro per il mondo. Per Amsterdam abbiamo ceduto ad un hotel perché prendere casa è stato difficilissimo. I prezzi salgono alle stelle per un appartamento di 40 m2 e non ci sembrava il caso di spendere una somma così elevata per una meta europea. Il bello di organizzare un viaggio “fai da te” è proprio questo: avere la facoltà di scegliere il posto, il come e il quanto. Guardando su Booking.com abbiamo trovato hotel dal prezzo più contenuto e la scelta è caduto su Alfred Hotel. Vicino a Vondelpark e a pochi minuti dalla zona dei musei, questo hotel è comodo da raggiugnere dall’aeroporto prendendo un bus che vi fermerà a 5 minuti a piedi dalla struttura. La colazione non è inclusa ma per noi non è un problema poiché amiamo uscire di buon’ora e fermarci in un locale che abbiamo segnato nella lista dei “da non perdere”. Inoltre, vi offre la possibilità di prendere in affitto una bici e di poter girare Amsterdam comodamente da veri olandesi.

COME ARRIVARE A LISSE E DOVE VEDERE I CAMPI DI TULIPANI?

Se andate ad Amsterdam nel periodo primaverile, ovvero dalla seconda settimana di Aprile alla prima di Maggio, non potete perdervi la visita al Keukenhof situato a Lisse, cittadina a pochi km da Amsterdam. Siccome la mia passione è anche fotografare ciò che vedo ( e farmi fare le foto con outfit diversi 😀 ) abbiamo prenotato un’auto per 1 solo giorno per poter girare meglio la città di Lisse. Il sito su cui abbiamo affittato la macchina è Europecar e l’agenzia si trova all’interno dell’aeroporto. Abbiamo preso un bus con direzione aeroporto, da lì abbiamo ritirato la nostra city car e, grazie al navigatore, ci siamo diretti verso il parco Keukenhof e Lisse. Abbiamo scelto questa opzione perché, come vi dicevo, avevo intenzione di fotografare vari campi di tulipani con vari outfit diversi e mi occorreva un posto dove potermi cambiare senza essere presa per pazza! Credo che l’auto sia il camerino perfetto in questi casi. Dopo la visita al Keukenhof, durata circa due ore e con biglietti acquistati in precedenza su “Get your Guide” (pazzesco, si trovano più biglietti per i tulipani che per Van Gogh 😀 ), abbiamo girovagato senza meta addendatrici nelle campagne olandesi. Vi assicuro che i paesaggi sono di una bellezza indimenticabile! Imbattersi in distese di campi di tulipani è stato semplicissimo perché ogni angolo di strada fa da cornice a infiniti campi colorati. Alcuni sono con accesso libero mentre, per altri, dovrete chiedere il permesso ai proprietari delle Farm che ve lo concederanno molto gentilmente. Non dimenticate di essere rispettosi della natura facendo attenzione a non calpestare il terriccio dove spuntano le radici, a non toccare i tulipani e a non strapparli per fare una foto. Piuttosto, comprate un mazzetto di 10 tulipani al costo di 4€ e portatelo con voi per scattarvi tante belle foto ma nel rispetto di chi ci ospita, ovvero la natura.

Se non siete interessati a scattare foto nei campi di tulipani, potete scegliere di non affittare l’auto e di andare soltanto al Keukenhof acquistando i biglietti online.

DOVE MANGIARE AD AMSTERDAM?

Conoscete benissimo la mia passione per la scoperta di posti carini dove mangiare bene e senza spendere un capitale. Anche questa volta, prima di partire per Amsterdam, ho stilato una lista di posti dove mangiare bene perché ben recensiti. Qualcuno l’abbiamo trovato chiuso, ahimè, mentre qualcun’altro si è rilevato essere al di sopra delle aspettative. Non ho spuntato tutta lista che avevo intenzione di fare ma sarà un motivo in più per ritornarci. Bisogna sempre avere una scusa buona, non trovate?

Pluk:

Se siete amanti delle Bakery non potete perdervi questa locale dallo stile inconfondibile del nord. Tavolini in lego, piante in ogni angolo e un menu organic con dolci e piatti salati curati nei minimi dettagli. La loro apple pie è tra le più buone di Amsterdam e posso davvero confermarvelo! Fateci un salto per un colazione/brunch/pranzo leggero e gustoso!

Corner Bakery:

Dallo stile shabby e classico americano, questa Bakery conquisterà il cuore di chiunque ami i pancake o il French toast! I loro piatti sono buonissimi e abbondanti, i loro pancake con panna e sciroppo d’acero una vera garanzia. Il menu prevede anche succhi freschi, avocado toast di vari tipi e le classiche bowl americane con “tutto il mondo dentro”. Insomma, è stata una dolce scoperta che consiglio di non perdervi!

Bam Boa:

Semplicemente meraviglioso! Vi sembrerà di essere stati catapultati direttamente a Bali! E’ proprio ciò che ho pensato appena sono entrata in questo locale nuovo di zecca. L’odore di vernice e di “nuovo” era palpabile e mi ha trasmesso una sensazione di leggerezza incredibile. Dal menu potete scegliere sia piatti dolci che salati ed è tutto curato nei minimi dettagli. L’unico neo: è un po’ lontano dal centro ma ne vale assolutamente la pena!

Ramen – Ya:

Se amate la cucina del sol levante questo posto è ciò che fa per voi! Qui ho mangiato uno dei ramen più buoni finora. Il locale è molto carino, pulito e servono i piatti molto velocemente. Per cui, se siete affamati dopo un’intera giornata trascorso in giro per Amsterdam, questo ramen vi rimetterà in sesto.

van Wonderen Stroopwafels:

Vuoi andare ad Amsterdam e non provare gli stroopwafel? Qui potete personalizzarli con il topping che preferite! Occhio a scegliere la misura grande perché è davvero “too big!” 🙂

Polaberry:

Un vero paradiso per gli Instagram addicted! Non avrei mai potuto non farci un salto dopo aver visionate il loro profilo Instagram. Qui ho mangiato delle fragole al cioccolato deliziose (con topping a scelta) e…un unicorno! Sa proprio di cioccolato! 😉

The seafood shop:

Davvero una bellissima scoperta! Mi avevano parlato molto bene del pesce di zona e, dopo averlo provato, posso confermarlo a gran voce! Provate le aringhe con il pane che vendono in uno dei tanti chioschi in giro per Amsterdam ( vi segnalo il chiosco di fronte all’entrata del Flower Market ) e le crocchette di granchio. Sono la fine del mondo! Vi consiglio di provare anche il panino con avocado e salmone, i calamari fritti e le patate alle erbette di questo locale che prepara piatti di pesce fresco di giornata. E’ perfetto per un pranzo veloce, leggero e gustoso.

Van wonderen frieten:

In questo locale la scelta è limitata: patatine fritte, patatine fritte con formaggio o hamburger. Insomma, che abbiate fame o non troppa fame vi consiglio di non pendervi di fare una sosta qui. Dopotutto andare ad Amsterdam e non mangiare le loro patatine fritte è quasi un delitto! 🙂

COSA VEDERE AD AMSTERDAM?

Questa è la mia lista personale dei luoghi imperdibili di Amsterdam:

  • Van Gogh museum
  • La casa di Anna Frank
  • Flower market, dove potrete comprare tutti i tipi di bulbi di tulipani e non solo!
  • Rijksmuseum
  • Parco di keukenhof, aperto solo due mesi l’anno ovvero da Aprile a Maggio
  • La città di Lisse se volete allontanarvi da Amsterdam e la città dei mulini Zaanse Schans, i caratteristici villaggi di Volendam e Marken. Controllate la disponibilità su “Get your Guide“.
  • Heineken experience, per tutti gli amanti della famosa birra olandese. Controllate la disponibilità dei biglietti e la fascia oraria in cui volete fare visita alla fabbrica su “Get Your Guide
  • Comprate del formaggio olandese in uno dei tanti shop presenti in città. Ci sono tantissime varietà da scegliere ed è buonissimo!

Il mio consiglio è: girare, girare e girare. Fermatevi nei luoghi che vi colpiscono, esplorate le vie più nascoste e lasciatevi catturare dalla bellezza del posto. Fate scorta di ricordi per contrastare la nostalgia del rientro 🙂

Spero che questo post vi sia utile per il vostro viaggio ad Amsterdam e qualora ci fosse qualcosa che non vi sia chiaro contattatemi via mail: anna_indreamland@virgilio.it

Al prossimi viaggio,

Anna

Facebook Comments
Tags from the story
,
More from anna on the clouds

Colombe di brioche profumate al limone (ricetta senza burro)

Le colombe di brioche sono deliziosi brioche senza burro e senza latte...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.