Salsa al caramello e burro salato: ricetta perfetta

La salsa al caramello e burro salato è una crema composta da zucchero, panna e burro salato. Di seguito la ricetta per averlo perfetto e cremoso!
Non ho mai dato molto filo da torcere ai miei genitori, se non per il fatto di essere sempre stata una gran chiacchierona tra i banchi di scuola e una gran testarda. Non c’è mai stato verso di farmi cambiare idea e, quando decidevo qualcosa, per me era legge. Da piccola, intorno ai 3 anni, decidevo da sola cosa volevo indossare, all’età di 10 anni decidevo cosa volere per merenda nel cestino della scuola, da adolescente decidevo, secondo la mia logica, cosa fosse giusto o sbagliato per me. Mio padre ancora non mi perdona di aver deciso a 13 anni di aver fatto il pircing al naso! Adesso, alla soglia dei 32 anni, mi guardo indietro e, tutto sommato, non reputo la mia testardaggine un mio difetto semmai…non il più grande!
Se non lo fossi avrei lasciato andare molte cose, non avrei potuto sbagliare e dai miei errori trarne qualcosa di buono. Se non lo fossi mai stata non avrei potuto scoprire che, infondo, certe cose sono proprio semplici. Quando ci diciamo “non riuscirò mai a farcela” è la scusa più grande che raccontiamo a noi stessi per non andare avanti, per fermarci ai primi ostacoli. Guardare oltre il “non ci riuscirò mai” ci fa scoprire che, dopo tutto, non è poi così complicato come si pensa. A volte la soluzione è proprio dietro l’angolo, dopo aver riprovato e riprovato…è lì che si capiscono gli errori e si pensa:
“Ma dai! era davvero così semplice?!”
“chapeau!”  e…w i testardi! 😉
Per arrivare a fare una perfetta salsa al caramello, ho bruciato un kg di zucchero. Ovviamente non tutto in una volta, ma il risultato era spesso un mucchietto di zucchero cristallizzato oppure il gusto era terribilmente amaro! Adesso riesco a farlo in 10 minuti e, tutto questo, solo dopo aver sbagliato una decina di volte e aver potuto capire dove fosse l’errore. Seguite i miei piccoli suggerimenti e arriverete anche voi a fare una  salsa al caramello perfetta e deliziosa! E…attenti a non diventarne ossessionati! 😉

Salsa al caramello: suggerimenti e come fare

  • Tenete il burro fuori dal frigo.
  • Deve essere a temperatura ambiente.Procuratevi una pentola dal fondo alto dal diametro non molto grande e, una volta versato lo zucchero all’interno, copritene l’intera superficie. Accendete la fiamma a fuoco alto (non al massimo) e lasciate cuocere lo zucchero senza MAI toccarlo. E’ essenziale che lo zucchero non vada toccato in alcun modo per evitare che si cristallizzi. In quel caso, è inutilizzabile. Per fare in modo che lo zucchero si sciolga in modo omogeneo, ruotate il pentolino. In questo modo lo zucchero si sposterà da solo senza doverlo toccare con un cucchiaio.
  • Il colore giusto del caramello è di un bel color ambrato. Se notate che il colore diventa di un tono troppo scuro, abbassate immediatamente la fiamma. Se si brucerà, risulterà immangiabile. Continuate la cottura dello zucchero, a fiamma bassa e non rischierete di bruciarlo.
  • Nel frattempo che lo zucchero si sciolga totalmente, scaldate in un altro pentolino della panna liquida per dolci. Non portatela a bollore e spegnetela prima che lo raggiunga. Deve essere calda , ma non bollente.
  • Quando tutto lo zucchero sarà ormai sciolto, versate a filo la panna sul caramello ottenuto e mescolate con molta energia. Dovete sempre mescolare senza fermarvi finchè non sarà terminata tutta la panna. Fate molta attenzione in questo passaggio perche’ la temperatura dello zucchero avrà raggiunto i 170° circa!
  • Durante questa operazione, la fiamma va tenuta bassa.
  • Dopo che avrete versato tutta la panna, continuate la cottura (sempre mescolando) per un paio di minuti. Se notate che risulta troppo liquida, prolungate la cottura di un altro minuto ma non preoccupatevi più di tanto perche’ si addenserà in frigo.
  • Una volta terminato il tutto, spegnete la fiamma e lasciate raffreddare per un minuto. A questo punto, aggiungete il burro salato non freddo e mescolate fino al complimento scioglimento. Versate la sala in un barattolo con chiusura ermetica (anche i barattoli di ex marmellate andranno benissimo) e, quando sarà completamente freddo, chiudete e ponetelo in frigo per un’ora prima dell’utilizzo. Il giorno dopo sarà ancora più buono.

Print Recipe
Salsa al caramello e burro salato
La salsa al caramello e burro salato è una golosissima crema preparata con panna, zucchero e burro salato!
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 5 minuti
Porzioni
ml
Ingredienti
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 5 minuti
Porzioni
ml
Ingredienti
Istruzioni
  1. Lasciate il burro salato fuori dal frigo fino a farlo diventare morbido a temperatura ambiente. Ponete lo zucchero in un tegame coprendone l’intera superficie. Accendete il fuoco a fiamma alta e lasciate cuocere senza mai toccarlo, in alcun modo. Muovete il tegame per spostare lo zucchero che ancora non è sciolto.
  2. Abbassate la fiamma se notate che lo zucchero scurisce troppo. Nel frattempo, scaldate la panna in un altro tegame senza portarla a bollore. Quando tutto lo zucchero sarà diventato caramello, aggiungete la panna a filo e mescolate energeticamente senza fermarvi. Per questa operazione abbassate la fiamma.
  3. Continuate la cottura, sempre mescolando, per un paio di minuti. Lasciate raffreddare per un minuto e aggiungete il burro continuando a mescolare fino al completo scioglimento. Quando sarà totalmente freddo, versatelo in un barattolo chiuso ermeticamente. Conservate in frigo per un’ora prima di utilizzarlo.
Condividi questa Ricetta
Facebook Comments
More from anna on the clouds

Torta rustica di mele e yogurt greco: ricetta light

La torta rustica di mele è una torta leggera, buonissima e che...
Read More

31 Comments

  • Troppo buono, e vero… e vero….. io ho tenuto la fortuna di assaggiare il tuo ed era uno spettacolooooo nulla a togliere a nessuno ma era veramente buonissimoooo grazie dell'assaggio io consiglio questa ricetta e' wuaaaaoooooooo.

  • Bene mi hai convinta fra la marea di ricette su internet scelgo la tua. Spiegato alla perfezione nel minimo dettaglio ogni passaggio, forse grazie alla tua ricetta eviterò di bruciare chili di zucchero!

    • Grazie Elisabetta! Sbagliando si impara e io, ho sbagliato tanto prima di arrivare a capire ogni passaggio! Se non l'avessi fatto, non avrei mai potuto scrivere questo paol è sono felice di aver gettato un chilo di zucchero prima di arrivare ad avere il caramello! 🙂 riuscirai anche tu a non bruciarlo, ne sono certa 🙂

  • ^_^ Sorrido. Perché una gran testarda lo sono anche io. Con la differenza che contro mio padre non ho mai avuto il coraggio di andare. E' stata l'unica persona (e una sola, dopo, mi è capitato di incontrare) il cui umore influiva sui miei atteggiamenti. Ma a 23 anni, stanca di sentirmi sacrificata in questa situazione, ho lasciato casa e me ne sono andata a 160 km di distanza, da sola. A ricominciare. Testarda, contro tutto e contro tutti. E la mia testardaggine ancora oggi mi porta in alto (da dove cadere fa male davvero) e mi rende orgogliosa di me. Per cui ti dico: ti adoro!!!!!!
    E poi ancora….. ci proverò. Con i miei ingredienti, con le mie idee. Perché la mia testardaggine arriva anche qui ^_^
    Un abbraccio grande, è bello conoscerti un po' di più, in queste parole ^_^

    • Erica, mi ci vedo in te le ti,rapporto speciale che ho con il mio papà. Siamo identici, steso carattere a volte silenzioso a volte troppo chiassoso 🙂 ma viaggiamo sulla stessa lunghezza d'onda. Siamo anche testardi e per questo, ci scontriamo perché neuuno la vuo,e dare vinta a nessuno, ma ci amiamo così, scontrandoci. Tempo fa stavo andando via di casa, ma la mia razionalità mi ha riportata sulla "retta via" che poi, chissà se tanto retta sarà? Lo scopriro molto presto perché , proprio come te, volo in alto più degli altri e non vedo l'ora di vedere fin dove posso ancora spingermi. Ti abbraccio forte <3

  • Ho visto la foto su fb e sono arrivata qui per leggere il tutto pur sapendo di non amare in modo particolare le cose dolci, ma…sorpresa enorme esserci arrivata ! Poche parole schiette ti sei descritta.
    La testardaggine è il mio maggior "difetto" e sono fiera di esserlo 😉 e solo grazie a lei ho avuto le mie soddisfazioni e, concordo con te, cadendoci mi sono fatta male, ma siccome sono testarda, mi sono anche rialzata.
    Detto questo …questo caramello è bellissimo e siccome bisticcio sempre con i dolci, e siccome sono testarda ci devo provare e se ci riesco vengo da te e te lo faccio vedere orgogliosa della mia piccola soddisfazione ;-).
    Bellissimo post e…bellissime le foto , ma qui ci sono venuta per quelle :* :* :*

    • Grazie mille davvero! Infondo è proprio così, siamo testarde per poi prenderci le nostre soddisfazioni! E su riuscirai a farlo (ma sono certa che sarà così) mi prenderò la soddisfazione di aver fatto conoscere questa ricetta a te, che non ami le cose dolci xD
      Un abbraccio,
      Anna

  • Con questo post riprendi il discorso che ho fatto la settimana scorsa sul coraggio, sul provare, sul non farsi spaventare e sul lanciarsi… perchè spesso, incredibile ma vero, può essere facile… bella la spinta che ci diamo a vicenda…
    Il caramello al burro salato per me è una droga, già solo vederlo in foto mi fa spalancare gli occhi perchè ripenso ai vasetti presi in Bretagna… 🙂

    • Si Franci…come ti scrissi sul tuo post, mi sembra che tu mi legga dentro. Cascasti a pennello 🙂
      Mi auguro che sarà facile anche per me e se non dovesse esserlo, mi ricorderò del coraggio che avuto tante altre volte per potermi rialzare 🙂
      Caramello al burro salato è droga anche per me! *___*

    • Ti confesso una cosa: ho leccato il barattolo dopo le foto e dopo aver imbrattato tutto con il caramello sparso qua e là 😀 ma shhhhh! È un segreto! 😉
      Un abcione Carla! :**

  • Considero la testardaggine un pregio, Anna Rita. Porta sempre (o quasi) dove ci si era prefissati di arrivare.
    Io il caramello lo avrei sicuramente incenerito ^_^
    Sei fantastica!
    Baci grandi,
    MG

  • Considero la testardaggine un pregio, Anna Rita. Porta sempre (o quasi) dove ci si era prefissati di arrivare.
    Io il caramello lo avrei sicuramente incenerito ^_^
    Sei fantastica!
    Baci grandi,
    MG

  • Ciao, posso chiederti, indicativamente, per quanto si conserva in frigo? ? grazie mille in anticipo, la proverò sicuramente ?

  • Tornati dalla Bretagna 1 settimana fa drogati di caramello al burro salato! Dopo aver quasi esaurito le scorte acquistate e, dopo aver cercato inutilmente nei vari ipermercati della zona dove viviamo, abbiamo trovato la tua ricetta e l’abbiamo provata.
    Risultato: dopo attenta prova comparativa con i “rimasugli” acquistati in Francia siamo rimasti entusiasti e ti ringraziamo veramente dei validi suggerimenti, fondamentali per la buona riuscita. Bravissima e ancora grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.