Chiffon cake: ricetta americana perfetta

Chiffon o Angel?
Angel o Chiffon?
Le sentiamo nominare spesso, le vediamo ovunque e il solito e più frequente pensiero è:
“Accipicchia! quanta morbidezza!”
Perche’ si, la Chiffon o Angel, quel che sia, ispira morbidezza, per l’appunto.
Ispira dolcezza, sofficità e leggerezza.
Una coccola al mattino appena svegli, ancora assonnati e sognatori,
una coccola al pomeriggio per la pausa studio o semplicemente per una merenda che riconcili con il mondo intero. E pazienza se non è il solito yogurt magro, freddo e ipocalorico.
Abbiamo tutti bisogna di dolcezza, una volta tanto 🙂
E se poi, la gusteremo alla sera, quando magari in casa tutto tace, tutti dormono e tu sei lì, che pensi ai tuoi “e se…” e avresti solo voglia di quell’attenzione che possa dissolvere tutti i crucci di una giornata difficile,
allora si…hai trovato la scorciatoia aitutti i tuoi pensieri.
Una tazza di tè fumante, un fetta di dolce, un plaid caldo e te stesso.
Meglio trattarsi bene…
dopo tutto, siamo la persona con cui dobbiamo passarci insieme ,
tutta una vita 🙂
Oggi, voglio servirvi una fetta di Chiffon Cake che, si differenzia dalla cugina Angel Cake, per l’utilizzo dell’uovo intero, mentre per la Angel è previsto l’utilizzo di soli albumi.
La ricetta è quella collaudata e super buona di California Bakery.
Procuratevi il cremor tataro, essenziale per la riuscita di questo dolce, e preparatevi a gustare la morbidezza di una nuvola, senza dover andare in paradiso 🙂 
Chiffon cake: la mia coccola speciale
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Author:
Recipe type: Dessert
Ingredients
  • 300 gr farina
  • 300 gr di zucchero
  • 7 uova
  • 190 ml di acqua
  • 120 ml di olio d'oliva
  • 5 gr di lievito pane angeli
  • 3 gr di cremor tartaro
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 scorza di limone
  • zucchero a velo per spolverizzare
Instructions
  1. Preriscaldate il forno a 170°.
  2. Setacciate insieme la farina, il lievito e il sale in una ciotola e aggiungete lo zucchero.
  3. Da parte, in due ciotole separate, dividete gli albumi dai tuorli. Iniziate a lavorare quest'ultimi, con l'utilizzo di una frusta a mano, mentre aggiungete l'acqua, l'olio, l'estratto di vaniglia e la scorza di limone.
  4. Quando è tutto amalgamato, incorporate le farine, un cucchiaio alla volta, e continuate a lavorare fino ad ottenere un composto omogeneo.
  5. Mettete da parte e dedicatevi agli albumi.
  6. Aggiungetevi all'interno il cremor tartaro e lavorateli con uno sbattitore elettrico, fino ad ottenere una neve soda.
  7. Versateli, prima un terzo e poi il restante, nei tuorli lavorati precedentemente ed uniteli al composto con una palettina e facendo un movimento dal basso verso l'alto. V
  8. ersate il tutto in uno stampo da chiffon* ed infornate per 70/75 minuti.
  9. Quando sarà cotta, sfornate, capovolgete immediatamente lo stampo e lasciate raffreddare completamente almeno un paio d'ore.
  10. Estraetela aiutandovi con un coltello per staccarla dai bordi.
  11. Spolverizzate con tanto zucchero a velo
  • Se avete lo stampo da chiffon in alluminio (lo trovate qui o nei negozi di articoli per la casa), NON bisogna ne imburrarlo e ne infarinarlo. Se non l’avete, utilizzate il vostro stampo da ciambella e ricordatevi , in questo caso, di imburrare ed infarinare.
  • **Questo passaggio non è necessario se non avete lo stampo da Chiffon e in questo caso, sarà necessario lasciarla raffreddare nello stampo classico da ciambella, come si fa per qualsiasi altro dolce.ì
Mi piace la semplicità delle cose, mi piace il sole dopo il temporale, mi piace il sorriso dopo le lacrime, mi piace l’abbraccio di un amico sincero e la carezza della mamma, senza badare all’età. Non si è mai troppo grandi per quel gesto lì.
Mi piace godere di un istante, senza preoccuparmi del futuro e mi piace la tranquillità con me stessa, dopo una giornata passata tra il trambusto della quotidianità.
Mi ritrovo e mi coccolo…e se lo faccio gustando una fetta di Chiffon,
diventa una coccola ancora più dolce. 
Prossimamente, vi mostrerò anche come fare la Angel Cake, leggerissima e super buona.
Ma con un ingrediente in più:
una sorpresa speciale 🙂
 
Spero che il post vi sia piaciuto,
e se lo fate non dimenticate di taggarmi su instagram inserendo l’hashtag
 #incucinaconanna
 
Al prossimo dolce
Anna
 
Facebook Comments
More from anna on the clouds

Profitteroles in versione nutella, panna e cocco

“Elementare Watson!” Semplice, ovvio, di facile deduzione. Così diceva Sherlock Holmes e...
Read More

16 Comments

  • Oltre alla ricetta, ormai collaudata ed entrata già da tempo nelle mie ricette di fiducia, mi sono piaciute un sacco le tue parole. Per una persona che non ha mai assaggiato la dolcezza, la morbidezza e la leggerezza di questo dolce, può tranquillamente trovarlo nelle tue parole. Mi hai proprio fatto venir voglia di una casa silenziosa, una tazza di tè è una fettina della tua chiffon cake ��

    • Il mio scopo è proprio questo: trasmettere quanto più possibile la dolcezza e la delicatezza di questa Chiffoncake. Impossibile restarele impassibile 🙂
      Un abbraccio cara Marianna e buona settimana <3

  • Hai ragione, chi meglio di noi può coccolarci. Ma il più delle volte dimentichiamo di prenderci cura di noi stessi, dedicando il nostro tempo e le energie a situazioni che non ci meritano.
    Della chiffon cake mi piace molto il nome e l'aria leggera che ha, così "chic";)) è nei miei progetti di cucina, che per ora devo abbandonare… volo a Bruxelles per un mese..perciò ti faccio gli auguri per un Natale pieno di coccole e dolcezze;))
    Bacio grande

    • Quante situazioni che non ci meritano purtroppo ci portano via troppe energie? È giusto che , tra tutto questo trambusto, ci sia sempre un posto speciale solo e tutto per noi stessi. 🙂
      Ti faccio anche io tanti auguri di un sereno e gioioso Natale cara Angela e buon viaggio!
      A presto <3
      Un bacio grande!

  • Per la prima volta l'ho mangiata da Birdy's Bakery a Napoli (aromatizzata al limone) ed ho pensato "Questa è una nuvola", una nuvola natalizia, secondo me, ed infatti fa parte delle ricette in coda, da provare e offrire a tutti!
    Sofficità allo stato puro! Anche se io preferisco "Angel food cake", un nome che le si addice molto di più!

    • L'Angelcake è la sua cugina ed è ancora più leggera perché fatta di soli albumi, una vera coccola! Anche io l'ho mangiata da birdys e il suo sapore è ancora un dolcissimo ricordo! *__*
      Presto arriverà anche lei qui, ma con una sorpresa 🙂
      Un bacio Lu <3

  • E' un dolce che ho in programma di fare e che per mancanza di tempo ancora non riesco a far decollare!!
    Per il momento mi accontento di guardare (visto che per ovvi motivi non posso assaggiare) la tua ma spero di poter rimediare in fretta!!!
    Bravissima Anna Rita!!
    Un caro abbraccio e buona settimana
    Carmen

  • Da come la descrivi deve proprio essere una favola! Ma dove posso trovare il cremor tartaro?
    Devi assolutamente provare questo dolce! ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.