Londra: cosa fare, cosa vedere | La mia city guide

E’ da 8 anni che ogni volta che mi si presenta l’occasione, preparo la valigia e parto all’insegna di nuove terre. E’ da allora che non ho mai smesso di farlo e sopratutto, non ho mai smesso di averne voglia.Nono ho visto molto, ma non ho visto neanche poco e mi auguro di vedere sempre di più, senza sosta. Ho fame di conoscere e scoprire.
Ma parliamo adesso del mio ultimo viaggio. In inverno le mie mete preferite sono le capitali europee e avendo a disposizione solo pochi giorni di ferie dal lavoro, non mi allontano molto da casa.
La settimana scorsa sono stata a Londra, come ben sapete anche dalle foto che ho pubblicato su instagram , e per me è stato un ritorno a “casa”. C’ero già stata circa 5 anni fa e mi ero ripromessa che ci sarei tornata. Detto, fatto!
Sono stati 4 giorni intensissimi, tutto tranne che rilassanti, ma dopotutto, viaggiare è anche questo, essere instancabili come nemmeno noi sapevamo di esserlo!
Essendo arrivati in tarda serata, avevamo giusto il tempo di cenare e sistemarci in albergo, per essere poi pronti e scattanti nel giorno seguente.
L’indomani infatti siamo partiti alla volta di Notting Hill e Portobello. Sfiga vuole che il famoso mercatino si svolge solo il sabato, e io il sabato ero già di rientro 🙁 riuscirò mai a vederlo?? per fortuna che alcune bancarelle ci sono ugualmente e quindi la scusa dello shopping vale comunque! 😀
Vi segnalo assolutamente la hummingbird bakery che fa dei dolci e dei cupcake squisiti, da vera bomba calorica (ma tanto chisenefrega, siamo in vacanza!) e il bellissimo e romanticissimo negozio di Cath Kidston
Io lì ho perso letteralmente la testa!

Bellissimi fiori delle bancarelle tipiche di Portobello
A seguire ci siamo trasferiti al Tower Bridge e Tower of London. Beh, la maestosità di questi due monumenti è da togliere il fiato. Sopratutto sul Tower Bridge dove a toglierti il fiato è il vento forte che ti taglia la faccia e quasi ti impedisce di respirare! ma se non temete(e sopratutto non soffrite) le emicranie, dovete assolutamente andarci.
 In serata abbiamo proseguito verso Carnaby street, dove fu inventata la nostra amatissima(e motivo di discussione con i fidanzati) minigonna. Una via molto caratteristica in perfetto stile british che pullula di tantissimi negozi, dai piu strani agli store più comuni. Io lì sono impazzita per gli store di molti brand di makeup…un vero paradiso per me!
Troppo carino lo store di Pixi!
Si , certo che le indosserei…solo che non so come abbinarle. Consigli? XD
Prima di tornare in hotel, sosta obbligatoria da m&m’s store. Sapete com’è, bisogna ricaricare le energie perse tra uno spostamento e l’altro. E quale posto migliore se non questo dove poter acquistare m&m’s di tutti i colori, da mangiare durante il tragitto di ritorno? 😀
Voglio questi distributori a casa mia!
 Il secondo giorno è stata la volta di Buckingham Palace, davvero maestoso e sfarzoso. Inutile dirvi che è un pensiero comune immaginare la regina indaffarata nelle faccende domestiche o in cucina intenta a preparare il pranzo…(seee, ma chi ci crede??)
io almeno mi diverto ad immaginarla così, in stile desperate housewives 🙂
 
 Ci siamo spostati poi in zona Westminster dove a farla da padrona è il bellissimo Big Ben. Se solo penso alla fermata della tube, mi vengono i brividi. E’ scientificamente testato che appena uscite dalla metro e vi girate ve lo ritrovate di fronte e uno spontaneo “Mamma mia!”  uscirà dalle vostre bocche.
E London Eye, è praticamente la stessa cosa. Salirci su ne vale veramente la pena e se ci è riuscita una super mega fifona di vertigini come me, può farlo chiunque. Da lì su, si è padroni del mondo…anzi no, più modestamente parlando, almeno di tutta Londra.
 La sera poi giretto al Soho e Chinatown, addobbata per l’occasione del capodanno cinese. Stupendo vedere due culture completamente diverse fondersi così perfettamente. Ma dopotutto parliamo di Londra, una delle città più multietniche di questo mondo. 
Terzo e ultimo giorno siamo andati al Hyde Park e devo dire che mi ha un pò deluso. Dopotutto cosa cercavo in giorno così freddo e ventoso? gli scoiattoli, ovviamente.Che vanno in letargo, ovviamente.
Perchè non ci ho pensato prima? ho anche comprato una busta di patatine che con enorme sacrificio ho poi dovuto mangiare io! Per fortuna che c’erano almeno i cigni a farmi compagnia nel mio break di consolazione.
 
 In serata poi ci siamo dedicati allo shopping su Oxford Street e lì,ragazze mie, è il nostro momento! noi donne siamo state create per fare shopping, abbiamo il gene delle compere e questa strada, è il nostro paradiso, la nostra oasi! I miei negozi preferiti sono Forever21PrimarkRiverIslandTopshop e i iù noti come Zara e H&M. 
Potranno esserci anche -10 gradi e tutta la pioggia classica londinese, lo shopping s’adda fare!
Ma questa è un’altra storia… 🙂
Piccadilly Circus

Inoltre è bellissimo andare a Camden Town,stupendo quartiere davvero molto particolare dove c’è un bellissimo mercato dove poter acquistare cose che non troverete da nessun’altra parte, e a Covent Garden, davvero sofisticato e caratteristico. 
Li si può mangiare da Shakeshack, e fidatevi che, essendo una che non mangia hamburgher, lì è impossibile non farlo! Troverete anche la famosissima boutique Laduree…devo aggiungere altro? 🙂

Ciò che ho da dire è che un viaggio arricchisce il nostro animo, la nostra persona. Non c’è posto al mondo che non possa essere motivo di scoperta. Ogni volta che partiamo,  portiamo con noi il nostro bagaglio chiamato “esperienza” che all’inizio sarà vuoto, ma alla fine di ogni viaggio, sarà sicuramente pieno e ricco di bellissimi ricordi. L’uomo è fatto per la scoperta, l’uomo ha bisogno di conoscere e scoprire, altrimenti perderebbe di sostanza, di intelletto. Chi non viaggia, non può paragonarsi ad un viaggiatore, e non è peccare di presunzione, ma credo che una persona che abbia allargato i confini della proprio mente viaggiando, non potrà mai più essere la stessa persona che era prima di partire. In ogni posto lasciamo un pò di noi e ogni volta che stiamo per tornare a casa, oltre alla felicità. c’è sempre un pò di malinconia…ed è proprio la malinconia che ci fa promettere a noi stessi di doverci ritornare in quel posto. Per poter vedere ciò che non abbiamo visto, per poter assaggiare ciò che non abbiamo mangiato, per poter vedere ciò che abbiamo dimenticato.

E’ successo a me, con Londra, e ci sono ritornata. E sono sicura che ci ritornerò ancora. Perchè la prima volta non è mai come la successiva.C’è sempre qualcosa da scoprire.Londra la sento un pò mia, perfetta per la mia personalità a volte un pò malinconica e allo stesso tempo vivace, viva.Ritornarci è stato come tornare nella mia “seconda”casa.
Per qualsiasi info o consiglio su Londra potere chiedere qui, nei commenti, o sul mio profilo instagram
Spero che il post vi sia piaciuto.
al prossimo viaggio
Anna
Facebook Comments
Tags from the story
, ,
More from anna on the clouds

Chiacchiere di Carnevale: trucchi e ricetta originale napoletana

Le chiacchiere di Carnevale, sono dolci tipici di Carnevale che non possono...
Read More

4 Comments

  • Che bel post, le tue parole le foto tutto impeccabilmente delizioso. Londra è una città che resta nel cuore, ci vai e ci ritorni prima o poi. A me è successa la stessa cosa, ci sono andata in viaggio studio a 13 anni, ero una bambina, ma in 15 giorni la ho girata in lungo ed in largo, oltretutto avevamo la possibilità anche di andare in giro da soli. A distanza di 32 anni ci ho portato i miei familiari, siamo andati a festeggiare il ventinovesimo compleanno del mio primogenito. Credimi non vedo l’ora di poterci tornare, le tue fotografie mi hanno aperto il cuore. Un grandioso saluto
    M.G.

    • Che bello Maria Grazia il tuo pensiero. Mi fa sempre emozione sapere che con le mie foto, le mie parole, io riesca a trasmettere tutta la mia passione per i viaggi e, come in questo caso, per Londra. A breve ci ritorno per la 4 volta. E’ più forte di me, è come un lungo arrivederci ogni volta che vado via. Tanto lo so che poi ci ritorno 😉 Ti auguro di ritornare al più presto!
      Un saluto,
      Anna

  • Che bel post Anna, mi hai fatto rivivere i miei 9 mesi passati a Londra 4 anni fa! Che città meravigliosa, ci ho lasciato metà cuore. Non vedo l’ora di ritornarci! Nel frattempo, domanda da turista: sapresti indicarmi le zone meno costose in cui alloggiare e la travel card più conveniente da fare?

    • Ciao! grazie mille! sono felice che l’abbia trovato utile 🙂 per quanto riguarda le zone, ti consiglio di allontanarti da quelle centrali o turistiche. Quartieri come Golders Green, Earls Curt o anche Camden sono più abbordabili. Basta avere una metro vicino e potrai girare tutta Londra senza problemi. Per la travel card dipende quanti giorni vuoi restare. Io faccio il giornaliero e mi trovo benissimo poiché scelgo, spesso, l’opzione bus così risparmio un sacco sui trasporti.
      Un saluto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.